Soggetto 4 stampante fiscale

Che cos'è un dispositivo chiamato stampante finanziaria e qual è l'applicazione di questa istituzione? Cominciamo a pensarci e impariamo meno su questo argomento.

In generale, una stampante finanziaria è innanzitutto un dispositivo di registrazione delle entrate che deriva dalle vendite al dettaglio. Questa registrazione è effettivamente effettuata ai fini del regolamento fiscale. Si tratta del cosiddetto imposta sul reddito anche sull'IVA. Affinché la stampante fiscale possa essere consumata nell'assemblea per lo scopo menzionato - mentre è in perfetta sintonia con la lettera corretta - deve necessariamente essere omologata.

In contrasto con la valuta fiscale, la stampante fiscale non può essere eseguita in modo completamente indipendente. Deve essere collegato a un computer. Il compito di questa istituzione è la registrazione e, in aggiunta, una stampa delle ricevute. Va anche notato che la stampante fiscale fa parte dei cosiddetti sistemi di vendita computerizzati. Ad esempio, possiamo menzionare i registratori di cassa POS qui. Dovrebbe anche essere il fatto che per registrare una ricevuta su una stampante fiscale, possiamo usare qualsiasi tipo di programma per computer che possa abilmente controllare la stampante usando l'interfaccia RS-232 o USB. È anche importante che i programmi che attingono alle stampanti finanziarie non debbano essere omologati. Nel frattempo, il protocollo di comunicazione esiste all'aperto. La sua popolarità può essere vista sui muri dei produttori di stampanti online.

Ricordiamo solo che ogni venditore - le cui entrate sono state superiori al valore limite definito dal modo in cui meticolosamente attraverso il Ministero delle Finanze - è responsabile per la normale vendita al dettaglio di registrazione e fornire pass per l'importo finale della stampante fiscale o fiscale con precisione.

Indubbiamente, la stampante fiscale stampa ricevute fiscali specifiche per i clienti. Tuttavia, non tutto. Perché sul rullo di controllo stampa anche copie (cioè ricevute. Sono inoltrati per l'archiviazione. Naturalmente, la ricevuta fiscale stampata dovrebbe essere - e esattamente dopo la vendita - consegnata al cliente. A loro volta, le copie scritte sui rotoli di controllo dovrebbero essere raccolte da un venditore. È un periodo di esattamente cinque anni. Allo stesso tempo, vale la pena prendersi cura del fatto seguente: da qualche anno è vero che conserva una copia dei testi stampati nella sua forma elettronica. Subito dopo la fine di ogni giorno di vendita l'utente si siede per creare il cosiddetto rapporto giornaliero - fiscale.