Esplosione in zaganie

L'esplosione è definita come la rapida separazione di grandi contenuti energetici. Questo evento ha molti rischi. Le esplosioni sono spesso accompagnate da un improvviso aumento di temperatura e pressione, emissione di radiazioni (ad esempio sotto forma di un fulmine o un impulso luminoso di un'esplosione nucleare o onde acustiche (di solito un tuono acustico o un botto caratteristico di uno sparo. Non è senza ragione che questo fenomeno incontrollato riempie le persone di paura.

Quali superfici sono potenzialmente esplosivi? Le superfici più spesso aderiscono a loro, in cui l'atmosfera in caso di potenziale pericolo può essere esplosiva. Come atmosfera esplosiva si intende una miscela speciale di sostanze infiammabili che si presentano nella situazione di gas, vapori o nebbie, cioè miscele con aria in condizioni atmosferiche in cui le temperature sono troppo elevate. È bene sapere che negli esplosivi, solo scintille o un arco elettrico possono causare un'esplosione.

Le atmosfere più esplosive sono m.im. fabbriche chimiche, raffinerie, distributori di benzina, centrali elettriche, fabbriche di vernici, negozi di vernici, stazioni di servizio e veicoli, impianti di trattamento delle acque reflue, aeroporti, mulini per cereali o cantieri navali. L'accensione nei luoghi sopraindicati porterebbe a esplosioni, le cui estremità sarebbero inimmaginabili. Certamente causerebbero enormi perdite materiali e metterebbero in pericolo una buona vita.

Al fine di evitare il danno di cui sopra, non si deve sottovalutare l'azione preventiva, che è la protezione contro le esplosioni. Nel potere dei paesi, sono state create leggi speciali, informazioni e standard, che hanno il dovere di minimizzare il rischio di esplosione ed eliminare il danno potenziale. Nelle case che sono in pericolo di esplosione, dovrebbe essere installato un sistema che garantisca la sicurezza degli abitanti che li formano.