Esplosione di gas 3 piani crollati

L'esplosione è espressa come una grande reazione di ossidazione o decomposizione, che conta sulla grande combustione di gas infiammabili, vapori, liquidi infiammabili o polvere o fibre nell'atmosfera, causando un aumento della temperatura o della pressione insieme all'onda d'urto distruttiva e all'effetto acustico.

L'esplosione ha un piano in condizioni rigorosamente definite, vale a dire quando la concentrazione di materia prima combustibile viene selezionata in un intervallo adeguatamente definito, che è determinato dal limite di esplosione. La concentrazione del componente combustibile in un determinato intervallo di esplosione non provoca un'esplosione. Più di un'energia è necessaria per la formazione di un'esplosione, il cui iniziatore può essere costituito da fattori come scintille che si sono verificate durante il funzionamento di macchine e costruzioni elettriche, elementi dell'installazione riscaldati a una temperatura molto elevata, scariche atmosferiche ed elettrostatiche. Questa energia è definita da una bassa energia di accensione ed è definita come un'energia molto bassa di un condensatore nell'area elettrica, la cui scarica può accendere la miscela e diffondere la fiamma in condizioni di prova specifiche. I dispositivi di sicurezza antideflagrante sono strumenti antideflagranti destinati all'uso in aree particolarmente a rischio di esplosione.

Il valore della più bassa energia di accensione è un parametro che consentirà la valutazione del rischio di esplosione, che deriva dalle fonti presenti nelle possibilità della regione, come scintille elettriche ed elettrostatiche, scintille che provengono da circuiti elettrici capacitivi o induttivi, nonché scintille meccaniche.

Il carburante vuole contenere l'accesso con un ossidante e l'avvio della combustione richiede un iniziatore. È peggio avviare un'esplosione di polvere che un'esplosione di gas. Il gas si traduce spontaneamente nell'atmosfera a causa della diffusione e per creare una nuvola di polvere è necessaria l'agitazione meccanica. Ridurre al minimo lo spazio di esplosione è favorevole all'esplosività dell'esplosione, mentre nel caso della polvere viene mantenuto come un fattore necessario per la sua creazione. L'ossidazione tra i gas, invece dell'ossigeno, può essere ad es. I liquidi che sono ossidanti includono acido perclorico, perossido di idrogeno e tra i solidi ossidanti sono: nitrato di ammonio, ossidi di metallo. I carburanti sono principalmente tutti liquidi, gas, ma anche solidi.